about

About us

IL DNA

Il brand deve il suo nome a Waimea, la grande onda dell’omonima baia sull’isola hawaiiana di Ohau. Waimea (che significa acqua) era l’onda incavalcabile, l’ostacolo inaffrontabile. La sua storia è legata a doppio filo alla figura di Greg Noll, alias Da Bull, che nel 1957 riuscì nell’impresa di domarla, diventando una vera leggenda del surf da onda.

Leggi...

LA FILOSOFIA #RIDEYOURPASSION

Waimea è molto più di un’onda, Waimea è passione e leggenda. E’ l’impresa impossibile, l’adrenalina che ti spinge a provarci e che ti porta a superare i tuoi limiti e a vincere la gara con te stesso. Una parola che racchiude tutta la filosofia del brand e lo stile di vita del suo creatore. Emiliano Arrieta è prima di tutto un rider e questa è la parola chiave al centro di ogni sua creazione: cavalca la vita, vivi intensamente le tue passioni, sii libero di essere te stesso.

L'ISPIRAZIONE

In Waimea la grafica è regina. Richiama un mondo iconico senza tempo, fatto di suggestioni dal sapore retrò, incarnazione di valori intramontabili. Le collezioni si caratterizzano per scritte vintage che traggono ispirazione dagli indumenti dei college americani, così come dallo stile dei bikers e la vita on the road. Non mancano i molti richiami al surf, dalla tavola alle graziose ballerine di hula. Un mondo iconografico che combina modelli classici ad accenti pop, come la linguaccia degli Stones.

QUALITA'

L’alta qualità del prodotto è al centro di ogni creazione Waimea e frutto di un’attenta selezione della filiera produttiva del brand. Le finiture, così come i tessuti, rispecchiano l’inimitabile tradizione sartoriale tipicamente Made in Italy, in cui nulla viene lasciato al caso. La minuziosa cura per il dettaglio e la piacevolezza tattile dei tessuti seduce e conquista fin dal primo istante.
2014

RESPONSABILITÀ ETICA

Waimea crea nel rispetto del lavoro e del lavoratore. Una scelta etica che viene portata avanti all’interno dell’azienda e che viene condivisa da tutti coloro che lavorano con il brand.

Produrre è una responsabilità, comprare è una consapevolezza.

Produrre è una responsabilità, comprare è una consapevolezza,  perché nel momento in cui da un’idea nasce un prodotto, qualsiasi esso sia, bisogna produrre con “etica”.

Etica è una parola troppo spesso abusata, violentata, usata a sproposito, perfetta per riempiere la bocca di chi la dice e le orecchie di chi ascolta. L’etica di una produzione sta nell’usare le migliori risorse che il nostro paese ci da, che non vuol dire prezzi bassi ma prezzi giusti per il lavoro che viene svolto, per la consulenza di cui avete bisogno.
Il prezzo non lo dà il mercato lo date voi sapendo che ogni parte di cui è composta la vostra idea e stata pagata per il suo valore non per il suo costo.
Quando vi chiedete quanto costa, domandatevi quanto vale. Lì avrete il valore e il prezzo della vostra idea da poter proporre ai vostri clienti.
Fare capire questo concetto è fondamentale per avere un mercato sano e non marcio, dettato dal prezzo più basso in assoluto.
Quando acquistate oggetti, capi di abbigliamento, cibo o qualsiasi altra cosa low cost sappiate che non solo state comprando il peggio, ma state alimentando un mercato scadente che non porterà ricavi o guadagni a nessuno, ma che crea disoccupazione: la guerra al ribasso.
Dietro ad ogni prezzo c’è una costruzione di lavoro di persone che hanno partecipato alla vostra idea e non sarà mai un prezzo basso , ma un valore.